CHI SIAMO




La filosofia BIOSOPHIA


Biosophia nasce col preciso intento di onorare il proprio nome, quindi ci impegniamo in ogni momento per inserire nella Vita la Saggezza, sia nelle piccole e sia nelle grandi cose. Scoprire la Saggezza è l'unica valida Via che potrà salvare l'Uomo dalla propria ignoranza e dalla propria irresponsabilità. L'Uomo deve scoprire dentro Sè la Legge che lo porterà a vivere in Comunione con i mondi circostanti. Per essere in linea con questa Filosofia siamo partiti realizzando un logo che risuonasse in modo di evocare la Comunione tra tutto ciò che è Creato.




Il tratto che rappresenta il perimetro è formato da due triangoli che si uniscono a formare la Comunione tra ciò che riceviamo dal Cielo e da ciò che riceviamo dalla Terra.






Il tratto formato da due semicerchi uniti tra loro da un terzo tratto orizzontale rappresenta il ciclo lunare, con la Luna che cresce e la Luna che cala, legata alla materia con le sue fasi evolutive, identifica il Femminile.





L'ultimo tratto inserito nel quadrante in alto a sinistra rappresenta la Percezione Assoluta, la Spiritualità che attraverso l'UIntuizione Comunica con la Materia, rappresenta il Maschile. Per meglio comprenderne il vero significato sarebbe necessario eliminare dal Nostro Pensiero il legame sessuale che abbiamo con i due aspetti Femminile e Maschile.



In questo periodo di decadenza, che la filosofia Ayurvedica definisce come Kali Yuga, era già prevista l'inefficacia del potere economico, l'inefficacia del potere legislativo, l'inefficacia del potere ecclesiastico. L'Uomo deve scoprire qualcosa di diverso che solo attraverso il proprio Cuore, inteso quale organo di senso, potrà essere accessibile. Tutti siamo portati a pensare che solo attraverso cose grandi si potranno apprezzare dei cambiamenti degni di tale nome, ma così non è, del resto analizzando Micro e Macro, tutti si chiedono: "quale dei due sarà nato prima?". I Sacri Testi Ayurvedici fanno notare quanto, Micro e Macro, siano la medesima cosa, semplicemente osservati da angolazioni diverse. Ad esempio nel Macro osserviamo l'Akasha o Memoria Cosmica, quel supporto dove è scritto tutto ciò che serve, che è accaduto, che accade e che accadrà, quindi in grado di creare il supporto per il futuro, in funzione di quanto oggi accade, ma tanto flessibile ed intelligente da modificare il supporto futuro se quanto accade oggi risulta essere diverso da quanto accaduto ieri. Tutto avviene in tempo reale, perché il tempo è una variabile che esiste solo nella mente dell'Uomo. Anche le forme di Vita che Noi Uomini riteniamo essere inferiori come gli unicellulari, i batteri, i virus, in loro tutto accade senza tempo. Molte volte nascono, vivono e muoiono in tempi brevissimi, ma nel momento in cui nascono sono immediatamente a conoscenza di tutto quello che occorre per la loro Vita. Non devono andare a scuola, non devono competere o prevaricare su altri individui del loro mondo, tutto accade con naturalezza, la stessa naturalezza insita proprio nella Natura, ma che a volte spaventa tanto l'Uomo dominato dai suoi preconcetti. Riflettiamo sul fatto che questi Esseri esistono da subito, dove il termine subito significa Big Bang e tutta la storicità è presente in ognuno di loro sotto forma di intelligenza comune ed è accessibile ad ognuno di loro.



Del resto anche il Nostro DNA è consapevole di tutto. Lo stesso Sistema Immunitario nasce con il Mondo, Sistema Immunitario che secondo i Veda rappresenta il mezzo di Unione tra Spirito e Materia, formando i presupposti per la Coscienza. Il DNA crea un Essere vivente partendo da una base che è identica per tutte le specie, ma differenziata tra specie e specie. Possono cambiare alcune caratteristiche, ma se parliamo di un occhio troveremo sempre un occhio, ma dedicato a quella precisa specie. Il DNA crea ciò che è utile e lo crea con una precisione ed una specializzazione impressionante.....l'Uomo dovrebbe fare attenzione a ciò che il DNA non crea, potrebbe essere inutile. Il Nostro DNA Conosce ancor prima di mettersi all'opera.



Ma perché l'Uomo ha perso questa Consapevolezza? Perché ha una memoria ed una Conoscenza così limitata? Eppure dentro Noi abbiamo tutto, ne siamo intimamente composti.
Le risposte a questi quesiti sono molteplici e complesse, ma potremmo riassumerle in una sola: l'Uomo si è allontanato troppo dalla sua intima Natura. L'Uomo deve riscoprire la sua identità. Le stesse patologie rappresentano il frutto di questo allontanamento.
In questo contesto si inserisce BIOSOPHIA ; umilmente cerchiamo, attraverso la produzione di ausili completamente naturali , di portare nell'Uomo la Consapevolezza di Essere.


Privacy Policy - Cookie Policy
Developed by Gag - Hosted by SparkinWeb